ALIMENTAZIONE E BENESSERE ARTICOLI

La Cioccolata non fa più Paura!!!

Sapete che la cioccolata non è più pericolosa?

Battute a parte, un nuovissimo studio ci segnala che nel cacao è stata isolata una sostanza, la “clovamide”, la cui azione antiinfiammatoria sembrerebbe spiegare una parte delle già note azioni protettive che il cacao produce.
Numerosissimi studi hanno chiaramente evidenziato come l’infiammazione cronica sia alla base di una notevole quantità di malattie cronico degenerative, e come, di converso, molti alimenti la cui azione antiinfiammatoria è stata ben documentata, siano in grado di inibire o almeno ridurre lo sviluppo e l’incidenza di moltissime malattie pericolose.
La curcuma per esempio, di cui oramai tutti parlano, ha un’intensa azione antiinfiammatoria ben conosciuta. E come lei anche l’Aloe, la quercitina, il resveratrolo e molte altre ancora…..
La clovamide, associata all’acido rosmarinico (il cui nome non lascia dubbi relativi alla sua provenienza), sembra addirittura in grado di proteggere le cellule nervose dai danni indotti dai radicali liberi. Non solo: questa azione antiinfiammatoria sarebbe misurabile anche con un semplice esame del sangue, misurando i valori della proteina C reattiva.
I benefici del cacao tuttavia, non sarebbero limitate alla sola azione della clovamide. In realtà abbiamo diversi dati e studi che dimostrano come il cacao sia in grado di proteggere il nostro organismo da un gran numero di problemi.

Infatti al cacao sembrerebbe riconducibile un’intensa azione antiossidante, capace cioè di rallentare l’invecchiamento del corpo umano.
Ma meno nota è forse la sua azione antiipertensiva nei soggetti con famigliarità a questa insidiosa malattia, soprattutto pericolosa quando ad essa si associano predisposizioni famigliari a malattie cardiache.
I polifenoli del cacao infatti sarebbero in grado di prevenire in modo efficace l’ipertensione (soprattutto se associati al pomodoro!), e svilupperebbero anche una potente azione cardio-preventiva nei soggetti diabetici di tipo II aumentando il colesterolo cosi detto “buono” (Hdl) senza innalzare quello cattivo (Ldl).
La presenza di amine biogene poi sarebbe in grado di ridurre il rischio di malattia di Parkinson, mentre la presenza di una sostanza particolare dal nome non semplicissimo, la “proantocianidina pentamerica”, sarebbe in grado di ridurre l’incidenza di tumori al seno, alla prostata e al colon.
Inoltre il cacao sarebbe in grado di ridurre anche la presenza di amine eterocicliche, sostanze che si trovano nella carne di maiale e di manzo e che aumentano in modo esponenziale durante la cottura. Tali sostanze sono oramai state ampiamente collegate all’aumento del tumore alla vescica, e sarebbero particolarmente pericolose per la nostra salute. Ebbene queste amine possono essere ridotte con alcune semplici strategie alimentari come l’aggiunta di rosmarino sulle carni durante la cottura, ma anche usando in cucina o al termine del nostro pasto un pezzo di cioccolato fondente.

Il cacao poi si rivela anche un prezioso alleato nei disturbi depressivi:

Se ancora non siete convinti dell’azione protettiva del cacao, allora forse potrebbe valer la pena citare anche l’azione prebiotica che sviluppa sul nostro intestino. Il cacao è infatti in grado di migliorare la nostra flora batterica intestinale, favorendo il funzionamento del nostro intestino in modo naturale.
Non ultimo poi, vale forse la pena ricordare che il cacao sviluppa un’azione antidepressiva (perché è in grado di aumentare la serotonina nel nostro cervello) e contiene zinco, potassio, ferro e soprattutto magnesio, tutti minerali utilissimi per corroborare il corretto funzionamento di numerose azioni enzimatiche del nostro organismo.

A questo punto non resta che “sacrificarsi” e mangiarlo…

Vladimiro Colombi

Bibliografia:

Biomaterials. 2011 Apr;32(12):3340-50. Epub 2011 Feb 5.Inhibition of human brain malignant glioblastoma cells using carmustine-loaded catanionic solid lipid nanoparticles with surface anti-epithelial growth factor receptor. Kuo YCLiang CT.

J Agric Food Chem. 2011 Feb 23;59(4):1470-6. Epub 2011 Jan 12.Cacao Polyphenols Influence the Regulation of Apolipoprotein in HepG2 and Caco2 Cells. Yasuda ANatsume MOsakabe NKawahata KKoga J.

Am J Clin Nutr. 2011 Jan;93(1):62-72. Epub 2010 Nov 10.Prebiotic evaluation of cocoa-derived flavanols in healthy humans by using a randomized, controlled, double-blind, crossover intervention study. Tzounis XRodriguez-Mateos AVulevic JGibson GRKwik-Uribe CSpencer JP.

Arch Intern Med. 2010 Nov 8;170(20):1857-8.Habitual chocolate intake and vascular disease: a prospective study of clinical outcomes in older women. Lewis JRPrince RLZhu KDevine AThompson PLHodgson JM.

Diabet Med. 2010 Nov;27(11):1318-21.High-cocoa polyphenol-rich chocolate improves HDL cholesterol in Type 2 diabetes patients. Mellor DDSathyapalan TKilpatrick ESBeckett SAtkin SL.

BMC Complement Altern Med. 2010 Oct 20;10:61.Antitumor activity against murine lymphoma L5178Y model of proteins from cacao (Theobroma cacao L.) seeds in relation with in vitro antioxidant activity. Preza AMJaramillo MEPuebla AMMateos JCHernández RLugo E.

Br J Nutr. 2010 Ott; 104 (7) :957-64. Epub 2010 giu 16.polifenoli del cacao sopprimere TNF-α indotta vascolare endoteliale espressione del fattore di crescita inibendo fosfoinositide 3-chinasi (PI3K) e mitogen-activated protein-chinasi-chinasi-1 (MEK1) le attività nelle cellule di topo epidermiche. Kim JE , JE Figlio , Jung SK , Kang NJ , CY Lee , KW Lee , Lee HJ .

Hypertension. 2010 Jun;55(6):1289-95. Epub 2010 Apr 19.Does dark chocolate have a role in the prevention and management of hypertension?: commentary on the evidence. Egan BMLaken MADonovan JLWoolson RF.

Eur Heart J. 2010 Jul;31(13):1616-23. Epub 2010 Mar 30.Chocolate consumption in relation to blood pressure and risk of cardiovascular disease in German adults. Buijsse BWeikert CDrogan DBergmann MBoeing H.

J Agric Food Chem. 2009 Nov 25;57(22):10612-8.Protective activity of Theobroma cacao L. phenolic extract on AML12 and MLP29 liver cells by preventing apoptosis and inducing autophagy. Arlorio MBottini CTravaglia FLocatelli MBordiga MCoïsson JDMartelli ATessitore L.

Nutr Cancer. 2009;61(5):573-9.Cancer protective properties of cocoa: a review of the epidemiologic evidence.Maskarinec G.

Br J Nutr. 2010 Feb;103(3):453-9. Epub 2009 Oct 12.Consumption of coffee, green tea, oolong tea, black tea, chocolate snacks and the caffeine content in relation to risk of diabetes in Japanese men and women. Oba SNagata CNakamura KFujii KKawachi TTakatsuka NShimizu H.

J Clin Biochem Nutr. 2009 Sep;45(2):131-6. Epub 2009 Aug 28.Procyanidins in Theobroma cacao Reduce Plasma Cholesterol Levels in High Cholesterol-Fed Rats. Osakabe NYamagishi M.

Food Chem Toxicol. 2009 Oct;47(10):2499-506. Epub 2009 Jul 12.A diet rich in cocoa attenuates N-nitrosodiethylamine-induced liver injury in rats.Granado-Serrano ABMartín MABravo LGoya LRamos S.

BMC Complement Altern Med. 2009 Jul 8;9:22.Dark chocolate or tomato extract for prehypertension: a randomised controlled trial. Ried KFrank ORStocks NP.

J Neurol. 2009 Mar;256(3):488-92. Epub 2009 Mar 13.Chocolate consumption is increased in Parkinson’s disease. Results from a self-questionnaire study. Wolz MKaminsky ALöhle MKoch RStorch AReichmann H.

Mol Nutr Food Res. 2009 Mar;53(3):322-31.Vascular action of polyphenols. Ghosh DScheepens A.

Eur J Nutr. 2009 Feb;48(1):54-61. Epub 2008 Nov 29.Neuroprotective effect of cocoa flavonoids on in vitro oxidative stress. Ramiro-Puig ECasadesús GLee HGZhu XMcShea APerry GPérez-Cano FJSmith MACastell M.

J Nutr. 2008 Oct;138(10):1939-45.Regular consumption of dark chocolate is associated with low serum concentrations of C-reactive protein in a healthy Italian population. di Giuseppe RDi Castelnuovo ACentritto FZito FDe Curtis ACostanzo SVohnout BSieri SKrogh VDonati MBde Gaetano GIacoviello L.

Eur J Cancer Prev. 2008 Feb;17(1):54-61.Protective effect of Acticoa powder, a cocoa polyphenolic extract, on prostate carcinogenesis in Wistar-Unilever rats. Bisson JFGuardia-Llorens MAHidalgo SRozan PMessaoudi M.

J Agric Food Chem. 2011 May 25;59(10):5342-50. Epub 2011 Apr 20.Anti-inflammatory Properties of Clovamide and Theobroma cacao Phenolic Extracts in Human Monocytes: Evaluation of respiratory Burst, Cytokine Release, NF-κB Activation, and PPARγ Modulation. Zeng HLocatelli MBardelli CAmoruso ACoisson JDTravaglia FArlorio MBrunelleschi S.

Br J Pharmacol. 2009 Jul;157(6):1072-84. Epub 2009 May 21. Clovamide and rosmarinic acid induce neuroprotective effects in in vitro models of neuronal death. Fallarini SMiglio GPaoletti TMinassi AAmoruso ABardelli CBrunelleschi SLombardi G.

Follow Me!