ALIMENTAZIONE E BENESSERE ARTICOLI

IL SEGNO ZODIACALE DELLA BILANCIA A TAVOLA

I segni zodiacali a tavola: i cibi preferiti, quelli da evitare e quelli per conquistare i nati sotto il segno della Bilancia.

Il 23 settembre 2014 è il giorno dell’Equinozio d’Autunno, un punto cardinale dell’anno astronomico perché qui è il momento esatto in cui finisce l’estate ed inizia l’autunno. La durata del giorno è esattamente uguale a quella della notte, e di qui in poi le ore di luce non faranno che decrescere fino a solstizio d’inverno. Dal punto di vista invece della cultura umana, questo momento è persino più importante. Entriamo nel segno zodiacale della Bilancia e ci apprestiamo al grande sonno della Natura, col buio che avanza e la fertilità dell’Estate che, giorno dopo giorno, diventerà sempre più un ricordo, nell’attesa della speranza della nuova rinascita primaverile.
Il segno della Bilancia quindi si trova, non a caso, a fare da punto di equilibrio tra due importanti fasi culturali ed astronomiche, e ovviamente il carattere delle persone nate sotto questo influsso ne risentono. A noi interessa in modo particolare, come sempre, come si ripercuotono queste cose sul cibo.

I nati della Bilancia, essendo in maniera prepotente sotto l’influenza di Venere, avranno un occhio di riguardo per gli aspetti estetici della tavola, sia in senso stretto che in senso lato; vale a dire, saranno molto attenti all’aspetto dei cibi nel piatto, alla loro presentazione, a colore, accostamenti, ordine, sia agli aspetti formali dello stare a tavola e del ricevere. Il Galateo potrebbe essere fatto apposta per loro, e non c’è dubbio che in ogni caso possono esserne degni ambasciatori. Guai a presentarsi non invitati al loro desco, o ad arrivare in ritardo, o a non rispondere in maniera adeguata agli inviti, per esempio. Peggio ancora, una tavola sguarnita, disordinata, apparecchiata con incuria e frettolosamente li manda ai pazzi. I Bilancia sono di quelli che chiedono espressamente il piatto piano sotto alla fondina anche se poi ordineranno solo un’insalata, che lamentano gli angoli non stirati della tovaglia, il tovagliolo piegato in maniera sbagliata e l’errata disposizione dei bicchieri da acqua e da vino, o che capiscono che il piattino del pane è in realtà un piattino da caffè sotto mentite spoglie (i comuni mortali nemmeno sospettano l’esistenza del piattino suddetto). Se volete far colpo su di loro, lucidate l’argenteria e togliete le macchioline dai bicchieri buoni, in quello della Nutella berrete di nascosto tutti gli altri giorni.

La Bilancia è un segno d’aria, quindi già di suo un po’ fuori dal concreto,  maschile sotto l’influsso di un pianeta femminile; tenetelo presente in ogni momento. Non è la persona adatta per fare un salto all’osteria per un piatto di fagioli con le cotiche e un bel bicchiere di Chianti. Per loro, piaceri della tavola può voler significare un bel design, mentre ad esempio per un Sagittario potrebbe essere divorare due polli e un fiasco di Barolo e poi spazzare via tutto per terra per sdraiarci l’amata conquista del momento. Qui, no; si gioca molto sul cerebrale. Per fortuna (degli altri) è un segno di persone equilibrate, che quindi non indulgono in isteriche schizzinosità ma sono capaci anche di gestire il bello ed il buono in qualunque forma si presenti; la trattoria di cui sopra, se forte di una offerta di qualità presentata con cura e animata con una buona compagnia andrà perfettamente bene, non sarà necessario svenarsi per forza in un Tre Stelle. Cura, cura e ancora cura dei particolari, evitare gli scossoni e stare attenti ai piccoli rituali e alla forma, non sono gradite l’improvvisazione né lo sbracamento ; un Bilancia sarà quello che dirà buon appetito mentre gli altri sono già lì che si strozzano col primo antipasto.

Il Bilancia sarà anche quello che terrà d’occhio molto attentamente la bilancia, prima e dopo i pasti, che conterà mentalmente le calorie e le proteine e i grassi. Sarà l’epitome della donna alla quale non rispondere mai e poi mai alla domanda mi trovi ingrassata? Fate finta di avere una piccola ischemia e non avere sentito; qualunque risposta sarebbe sbagliata. Non solo non ama ingrassare per ovvi motivi di estetica, ma anche per motivi di mancanza di un giusto equilibrio. Quindi non proponete mangiate pantagrueliche e bevute a sfonda pancia, perché magari vi seguirà per consuetudine ma poi vi guarderà come se foste un deficiente.

I cibi preferiti sono non troppo salati né troppo sciapi, non troppo dolci, non troppo esuberanti, non troppo scialbi, non troppo piccanti…insomma, ci siamo capiti, no? Anche se Venere chiama zucchero, quindi con gli ovvi sensi di colpa a posteriori avrete buone chance per conquistarli con un bel dolce. Magari raccontando loro che è ipocalorico. Per il vino, occhio alla penna e non fatevi trovare in brache di tela, la figuraccia è dietro l’angolo. Una buona bottiglia di buona annata, non necessariamente costosa, ma seria, questo sì, e non pittoresca né fracassona. Lo Champagne va benissimo, ad esempio (grazie, eh).

I nati sotto il segno della Bilancia non dovrebbero eccedere in nulla e alternare, sia per varietà che per democraticità, piatti gustosi a cose più semplici. La loro predilezione per i dolci è da tenere presente sia per chi voglia conquistarli, sia per chi debba prendersi cura di loro tramite la cucina. La tradizione vuole anche che abbiano bisogno di rame, di cui sono carenti, di fosfato di sodio e di iodio. Il rame possono inserirlo nella dieta tramite cetrioli, lattuga e ostriche; per lo iodio, sale marino iodato, ravanelli e alghe, e per il fosfato di sodio c’è l’imbarazzo della scelta, perché lo troviamo nelle barbabietole, nelle carote, nel crescione, nei fichi, nel grano e nel riso, negli spinaci, nei piselli, nel sedano, asparagi, granturco, e poi nelle mandorle, nei fichi, nell’uva e nelle mele, nelle fragole e nelle pesche. Inoltre, essendo governati da Venere, l’alimento principe per riequilibrare l’organismo e fortificarlo è l’avena. Se poi addirittura siete un cavallo nato sotto il segno della Bilancia, è il massimo.

Per il resto, essendo equilibrati, mangiano di tutto e volentieri, tenendo presente sempre la semplicità e la forma nella presentazione e nel concetto. Sono di quelli che si avventurano anche su piatti che gli altri non oserebbero affrontare perché troppo etnici, o sconosciuti; la Bilancia media, fa di tutto un po’, con garbo e con moderazione. Sono del resto dei commensali perfetti in una compagnia di gente non fracassona; giudiziosi, di poca spesa e garbati, mediano tra tutti e vi aiutano a gestire la serata. Al massimo, se va male non li rivedrete mai più. Ma con equilibrio.

Fonte: http://www.gastrolabio.it/wordpress/il-segno-zodiacale-della-bilancia-a-tavola/

Follow Me!