ALIMENTAZIONE E BENESSERE ARTICOLI

Il Mandarino per Dimagrire?

Da tempo sapevamo che nella buccia degli agrumi si trovano diverse sostanze in grado di prevenire diversi problemi di salute.
Un recente studio però aggiunge nuovi elementi per alimentarsi in modo gustoso e sano.
Nella polpa bianca della buccia dei mandarini infatti è stata isolata una sostanza, la nobiletina, in grado di ridurre in modo significativo il colesterolo e i trigliceridi nel sangue.
Tuttavia alla nobiletina sono state ricondotte diverse azioni farmacologiche di grande valore.
Essa pare sia in grado di ridurre la resistenza all’insulina, l’ormone che, come abbiamo già spiegato diverse volte, viene prodotto dal nostro pancreas quando mangiamo sostanze zuccherine che producono un aumento della glicemia nel sangue (con la conseguenza di un aumento di peso corporeo e di massa grassa).
La nobiletina inoltre ha documentato una spiccata capacità di aumentare la produzione di adiponectina, una adipochina molto importante per la protezione cardiovascolare e il controllo del peso corporeo. A bassi valori di adiponectina sembra correlarsi una maggiore incidenza di malattie vascolari e maggiori eventi infiammatori.

Ma le buone notizie non finiscono qui: diverse pubblicazioni hanno dimostrato che la buccia del mandarino sarebbe in grado di interferire con i sistemi seratoninergico, noradrenergico e dopaminergico, producendo un’azione antidepressiva che parrebbe poter aprire la strada alla prevenzione di questa insidiosia e diffusa malattia.

Ben documentata sarebbe poi la capacità della nobiletina  di intervenire nelle cavie da laboratorio (ma anche in studi in vitro) nella prevenzione dei carcinomi al polmone, dei tumori gastrici e del collo dell’utero.

Ultima notizia, ma non certo per importanza, sta nell’azione di questa meravigliosa sostanza naturale di regolare la leptina.
Per chi non lo sapesse, si tratta di un ormone prodotto dalle cellule grasse del nostro corpo, gli adipociti, che manda informazioni importantissime all’ipofisi e da qui a tutto il sistema endocrino. Regolarne la sua produzione significa ottimizzare la funziona dell’intero sistema ormonale.
La conseguenza di tutto ciò si tradurrebbe nella possibilità di aiutare in modo scientificamente documentato le persone sia in sovrappeso che sottopeso, perché potremmo disporre di uno strumento molto valido per informare il nostro cervello di quante riserve di grasso e muscolo dispone il nostro corpo.

Sicuramente occorrono ancora molti studi per tradurre in pratica operativa questi dati, ma avere informazioni che avvalorino la possibilità di intervenire su questi processi fisiologici con alimenti totalmente naturali ci aiuta non poco a sperare di migliorare la nostra qualità di vita e di prevenire diverse malattie collegate agli effetti dell’invecchiamento.

La prossima volta che mangiamo un mandarino insomma, non curiamoci troppo di togliere la polpa bianca che si trova sotto la buccia: potremmo eliminare sostanze preziose per il nostro benessere.

Vladimiro Colombi

Bilbiografia:

Carcinogenesis. 2008 May;29(5):1057-63. Epub 2008 Mar 28.

Suppressive effects of nobiletin on hyperleptinemia and colitis-related colon carcinogenesis in male ICR mice.

Miyamoto SYasui YTanaka TOhigashi HMurakami A.

Carcinogenesis. 2008 Dec;29(12):2415-24. Epub 2008 Sep 26.

Anti-inflammatory and antitumor promotional effects of a novel urinary metabolite, 3′,4′-didemethylnobiletin, derived from nobiletin.

Lai CSLi SChai CYLo CYDushenkov SHo CTPan MHWang YJ.

Bioorg Med Chem Lett. 2009 Apr 1;19(7):2062-4. Epub 2009 Feb 7.

Identification of nobiletin, a polymethoxyflavonoid, as an enhancer of adiponectin secretion.

Kunimasa KKuranuki SMatsuura NIwasaki NIkeda MIto ASashida YMimaki YYano MSato MIgarashi YOikawa T.

Sichuan Da Xue Xue Bao Yi Xue Ban. 2009 May;40(3):449-53.

[Inhibition effect and its mechanism of nobiletin on proliferation of lung cancer cells].

[Article in Chinese]

Luo GZeng YZhu LZhang YXZhou LM.

Biochem Pharmacol. 2010 Jun 1;79(11):1674-83. Epub 2010 Feb 6.

Nobiletin improves hyperglycemia and insulin resistance in obese diabetic ob/ob mice.

Lee YSCha BYSaito KYamakawa HChoi SSYamaguchi KYonezawa TTeruya TNagai KWoo JT.

J Nutr Sci Vitaminol (Tokyo). 2010;56(1):60-7.

Hepatoprotective effects of flavonoids from shekwasha (Citrus depressa) against D-galactosamine-induced liver injury in rats.

Akachi TShiina YOhishi YKawaguchi TKawagishi HMorita TMori MSugiyama K.

Yakugaku Zasshi. 2010 Apr;130(4):517-20.

[Preventive action of nobiletin, a constituent of AURANTII NOBILIS PERICARPIUM with anti-dementia activity, against amyloid-beta peptide-induced neurotoxicity expression and memory impairment].

[Article in Japanese]

Yamakuni TNakajima AOhizumi Y.

Food Chem Toxicol. 2010 Aug-Sep;48(8-9):2435-42. Epub 2010 Jun 9.

Induction of apoptosis in human cervical carcinoma HeLa cells by polymethoxylated flavone-rich Citrus grandis Osbeck (Dangyuja) leaf extract.

Kim HMoon JYMosaddik ACho SK.

Physiol Behav. 2011 Jan 10;102(1):1-6. Epub 2010 Oct 15.

Involvement of monoaminergic systems in the antidepressant-like effect of nobiletin.

Yi LTXu HLFeng JZhan XZhou LPCui CC.

Mol Cell Biochem. 2011 Jan;347(1-2):103-15. Epub 2010 Oct 21.

Nobiletin, a citrus flavonoid, suppresses invasion and migration involving FAK/PI3K/Akt and small GTPase signals in human gastric adenocarcinoma AGS cells.

Lee YCCheng THLee JSChen JHLiao YCFong YWu CHShih YW.

Biol Pharm Bull. 2010;33(11):1814-21.

Anti-neuroinflammatory Activity of Nobiletin on Suppression of Microglial Activation.

Cui YWu JJung SCPark DBMaeng YHHong JYKim SJLee SRKim SJKim SJEun SY.

Life Sci. 2011 Mar 28;88(13-14):613-8. Epub 2011 Feb 2.

Regulation of adipocytokine secretion and adipocyte hypertrophy by polymethoxyflavonoids, nobiletin and tangeretin.

Miyata YTanaka HShimada ASato TIto AYamanouchi TKosano H.

Nutr Cancer. 2011;63(2):227-33.

Effects of nobiletin on PhIP-induced prostate and colon carcinogenesis in F344 rats.

Tang MXOgawa KAsamoto MChewonarin TSuzuki STanaka TShirai T.

Diabetes. 2011 Apr 6. [Epub ahead of print]

Nobiletin Attenuates VLDL Overproduction, Dyslipidemia, and Atherosclerosis in Mice With Diet-Induced Insulin Resistance.

Mulvihill EEAssini JMLee JKAllister EMSutherland BGKoppes JBSawyez CGEdwards JYTelford DE,Charbonneau ASt-Pierre PMarette AHuff MW.

Follow Me!