ARTICOLI FITOTERAPIA

Il Ginkgo Biloba: la pianta millenaria che allunga la vita

Il Ginkgo biloba è un fitoterapico largamente utilizzato per il trattamento dei disturbi vascolari cerebrali. Le sue proprietà sono note da decenni per favorire il sostegno della circolazione cerebrale e allontanare il rischio di malattie, anche gravi, comunemente diffuse nella popolazione anziana.

Si tratta di una pianta molto antica la cui vita ha una durata impressionante e della quale è possibile rinvenire tracce fossili fino a qualche millenio fa. E’ infatti dell’unico “fossile vivente” e dell’unica pianta appartenente alla famiglia delle Ginkgoacee.

Nativa della Cina è in grado di raggiungere un’altezza notevole (dai 30 ai 40 metri) le cui foglie hanno una dimensione media di 5-8 cm. Ne esistono diversi esemplari in Italia ( un esemplare notevole si trova nel parco della Resistenza a Roma) e cresce abitualmente in posizioni soleggiate e fresche ma è in grado di sopportare temperature fredde e ostili (può sopravvivere anche fino a diversi gradi sotto zero). Ha un meraviglioso aspetto e nel corso della stagione autunnale assume un colore giallastro intenso davvero soprendente.

La capacità di resistenza e sopravvivenza di questa pianta è semplicemente sorprendente: ricchissima di antiossidanti ha dimostrato di resistere anche a quantità di radiazioni elevatissime. In Giappone è talmente considerata da diventare il simbolo della città di Tokio.

I principi attivi della pianta si estraggono dalle foglie (flavonoidi, bioflavonoidi, catechine, derivati terpenici e proantocianidine) ma soprattutto ginkgolidi (bilabetolo, isiginketolo, ginketolo e ginkolide).

Nuove evidenze recentissime stanno confermando molti dati già noti. Da un nuovo recentisismo studio è emerso come il Ginkgo biloba è riuscito a produrre effetti favorevoli sulla degenerazione aneurismatica aortica addominale. La sua azione vasale infatti avrebbe protetto le cavie sottoposte alla ricerca dalla degerazione tissutale aortica attraverso una diminuzione del danno ossidativo e dell’infiammazione, e avrebbe favorito la conservazione dell’architettura dell’aorta stessa (J Ethnopharmac. 2013 set 5. PII: S0378-8741 (13) 00602-8. doi: Bai Y , Wang B , Cui H , Wu H , Lv JR , Mei Y , Zhang JS , Liu S , Qi LW , Chen Y)

Anche per uso topico il ginkgo biloba può essere un eccellente alleato per ottenere un risultato cosmetico significativo e reidratare pelli secche e screpolate.

Assoluto divieto di utilizzo senza controllo medico in caso di terapia antiaggregante e anticoagulante proprio a causa dell’effetto sommatorio che il ginkgo produce con i farmaci che promuovono questi effetti (con conseguente rischio di emorragia).

Negli Stati Uniti e in Cina uno studio comparato ha dimostrato come il ginkgo biloba sarebbe in grado di intervenire favorevolmente nel controllo dei disturbi correlati alla discinesia tardiva sempre grazie alla sua spiccata azione antiossidante. Nello studio è emerso come associato alla vitamina E e ad un farmaco normalmente utilizzato da solo (aloperidolo) il ginkgo biloba è in grado di ridurre in 10 settimane un parametro rilevante in questo disturbo (VCM) che il solo farmaco non è in grado questo problema nella percentuale dell’83,8% rispetto ad un gruppo trattato con aloperidolo.

Combinato a pappa reale e a ginseng il ginkgo biloba è in grado di produrre un miglioramento al mini mental state examination nel decadimento cognitivo lieve (Yakoot M, A Salem , Helmy S)

Fonte

Clinica Verde e Centro di Ricerca presso Alessandria d’Egitto) Questa formula ha dimostrato di essere utile nel trattamento del declino cognitivo che si verifica durante il processo di invecchiamento così come nelle prime fasi del deterioramento cognitivo patologico tipici di demenza vascolare. Sempre in Egitto uno studio ha dimostrato come l’estratto di ginkgo biloba sia in grado di prevenire i danni neurologici e gli eventi mnemonici legati alle intossicazioni da alluminio (Dipartimento di Farmacologia e Tossicologia, Organizzazione Nazionale per il Controllo della Droga e la Ricerca, Il Cairo, Egitto) quasi certamente dipendente dall’elevazione delle concentrazioni di glutatione,un potentissimo antiossidante capace di rallentare i processi di invechiamento del corpo umano ( e del sistema nervoso in particolare).

Ancora: una ricerca in Germania presso il Pharmakologisches Institut für Naturwissenschaftler, Goethe Universittit Francoforte sul Meno, è stato dimostrato come il Bilobalide, un componente attivo di Ginkgo biloba  conosciuto per avere proprietà neuroprotettive, ha spiegato meccanismo d’azione attraverso il quale questa molecola contenuta nel ginkgo è in grado di ridurre significativamente il danno cercebrale nei topi che avevano subito una transitoria occlusione dell’arteria cerebrale.

Utile inoltre per ridurre la cardotissicità dell’adriamicina, un farmaco antineoplastico utilizzato appunto nel controllo dei tumori. Lo studio (Indian J Biochem Biophys. El-Boghdady NA June 2013; 50 (3) :202-9) ha concluso che l’impiego di ginkgo biloba potrebbe rivelarsi utilissimo nel controllo degli effetti collaterali indotti dal farmaco antitumorale. Sempre in Cina è stata confermata la potenziale dell’estratto per la cardioprotezione nell’infarto miocardico acuto mentre in Russia alcuni ricercatori ne hanno osservato le potenzialità nel controllo della retinopatia diabetica (Alekseev IB , Kochergin SA, Vorob’eva IV , Mikhaleva LG), una complicanza microvascolare del diabete la cui patogenesi è oggi considerata multifattoriale. In Cina nel mese di agosto 2013 veniva confermata l’azione neuroprotettiva del ginkgo biloba nei disturbi dell’apprendimento e nel controllo della demenza vascolare (seconda tipo più diffuso di demenza negli anziani).

Infine uno studio effettuato in Germania a Dusseldorf ha dimostrato come il ginkgo biloba non abbia non solo effetti collaterali pericolosi ma abbia un’azione sovrapponibile al donezepil, farmaco abitualmente utilizzato per le psicosi.

In conclusione il ginkgo non ha azione gastrolesiva (a differenza dei salicilati) e oltre all’azione fluidificante sul sangue tipica e nota associa potenziali azioni vascolari benefiche protettive della salute umana (Int J Clin Psychiatry Pract. 2013 ago 27 DIU R).

Vladimiro Colombi

Bibliografia di riferimento:

Int J Clin Psychiatry Pract. 2013 ago 27.Effetti del Ginkgo biloba estratto EGb 761 ® nella demenza con caratteristiche neuropsichiatriche: revisione di studi randomizzati e controllati recentemente completato.DIU R .

Fonte

Clinica di Psichiatria e Psicoterapia Geriatrica, Alexian Ospedale Maria Hilf, Krefeld, in Germania, e del Dipartimento di Psichiatria e Psicoterapia, Università di Düsseldorf, Germania.

Mol Med Rep. 2013 Sep;8(3):935-41. doi: 10.3892/mmr.2013.1573. Epub 2013 Jul 8.Protective effect of bilobalide on learning and memory impairment in rats with vascular dementia.Li WZ, Wu WY, Huang H, Wu YY, Yin YY.

Source

Department of Pharmacology, Key Laboratory of Anti Inflammatory and Immunopharmacology, Ministry of Education, Anhui Medical University, Hefei, Anhui 230032, P.R. China.

Vestn Oftalmol. 2013 May-Jun;129(3):89-93.[On some pathogenic features of diabetic retinopathy in type II diabetes mellitus and the role of antioxidants andginkgo biloba].Alekseev IB, Kochergin SA, Vorob’eva IV, Mikhaleva LG.

Am J Chin Med. 2013;41(4):789-800. doi: 10.1142/S0192415X13500535.Cardio-Protection by Ginkgo biloba Extract 50 in Rats with Acute Myocardial Infarction is Related to Na (+)- Ca (2+) Exchanger.Liu AH, Bao YM, Wang XY, Zhang ZX.

Source

Department of Physiology, Basic Medical College, Shanghai University of Traditional Chinese Medicine, Shanghai, China.

Indian J Biochem Biophys. 2013 Jun;50(3):202-9.Increased cardiac endothelin-1 and nitric oxide in adriamycin-induced acute cardiotoxicity: protective effect ofGinkgo biloba extract.El-Boghdady NA.

Source

Biochemistry Department, Faculty of Pharmacy, Cairo University, Cairo 11562, Egypt. nohaelbogday@yahoo.com

Pharmazie. 2013 Jul;68(7):584-9.Neuroprotection by bilobalide in ischemia: improvement of mitochondrial function.Schwarzkopf TM, Hagl S, Eckert GP, Klein J.

Source

Pharmakologisches Institut für Naturwissenschaftler, Goethe Universittit Frankfurt am Main, Germany.

Int J Dev Neurosci. 2013 Aug 8;31(7):598-607. doi: 10.1016/j.ijdevneu.2013.07.006.Anti-amnestic properties of Ginkgo biloba extract on impaired memory function induced by aluminum in rats.Abd-Elhady RM, Elsheikh AM, Khalifa AE.

Source

Department of Pharmacology and Toxicology, National Organization for Drug Control and Research, Cairo, Egypt. Electronic address: rasha.ph@gmail.com.

Behav Pharmacol. 2013 Aug 29.Extract of Ginkgo biloba is equivalent to vitamin E in attenuating and preventing vacuous chewing movements in a rat model of tardive dyskinesia.An HM, Tan YL, Shi J, Wang ZR, Li J, Wang YC, Kosten TR, Zhou DF, Yang FD, Zhang XY.

Source

aPsychiatry Research Center, Beijing Huilongguan Hospital bInstitute of Mental Health, Peking University, Beijing, China cMenninger Department of Psychiatry and Behavioral Sciences, Baylor College of Medicine, and Michael E. DeBakey VA Medical Center, Houston, Texas, USA.

JEthnopharmacol. 2013Sep5.pii:S03788741(13)006028.doi:10.1016/j.jep.2013.08.048.Suppression of experimental abdominal aortic aneurysms in the mice by treatment with Ginkgo biloba extract (EGb 761).Wang L, Bai Y, Wang B, Cui H, Wu H, Lv JR, Mei Y, Zhang JS, Liu S, Qi LW, Chen Y.

Source

Department of Cardiothoracic Surgery, Jinling Hospital, Clinical Medicine School of Nanjing University, Nanjing 210002, China

Clin Interv Aging. 2013;8:975-81. doi: 10.2147/CIA.S44777. Epub 2013 Jul 24.Effect of Memo®, a natural formula combination, on Mini-Mental State Examination scores in patients with mild cognitive impairment.Yakoot M, Salem A, Helmy S.Green Clinic and Research Center, Alexandria, Egypt.

Follow Me!