ARTICOLI VETERINARIA

Il cavo orale del gatto

Lo sapevate che i gatti soffrono con facilità di patologie del cavo orale? Stomatiti, gengiviti, tartaro, alitosi, scialorrea tormentano spesso i nostri poveri amici a quattro zampe. Quali le cause? Spesso si pensa che i problemi dipendano da infezioni causate dai più svariati tipi di germi, ma quasi sempre i germi che si sviluppano in loco sono l’effetto e non la causa del problema. Come abbiamo visto molte volte (chi non avesse seguito questo tema potrà approfondire sul nostro sito forza10.com), tutto nasce di solito da un processo infiammatorio dovuto a una reazione avversa alla presenza di residui tossici dell’ossitetraciclina in buona parte delle carni derivanti da allevamento intensivo. Purtroppo, il petfood contiene molto frequentemente queste carni, le più disponibili e meno costose. Se esse fossero “pulite”, il problema non sussisterebbe. Al massimo tale petfood sarebbe di scarsa qualità ma di certo non pericoloso, ma la presenza del residuo dell’ossitetra provoca le reazioni più svariate, e il cavo orale del gatto è fra i più colpiti. Non è raro che la patologia arrivi ad essere autoimmune, sfociando nel granuloma eosinofilico, una delle forme più micidiali. L’infiammazione del cavo orale raggiunge livelli gravissimi, causando l’impossibilità per il povero micio di alimentarsi. Le terapie sono spesso inefficaci, questo perché agiscono sugli effetti e non sulle cause. Nel caso delle forme autoimmuni, le cause sono sconosciute e solo in una percentuale difficile da quantificare dipendono da squilibri alimentari. Poiché, comunque, non si ha nulla da perdere, vale sicuramente la pena di tentare con un’alimentazione adeguata utilizzando FORZA10 Immuno Active gatto, che potete anche acquistare direttamente dal Scienza Natura chiamando il numero: 045-2529828 o via mail: ordini@scienzanatura.it

Sergio Canello

Follow Me!