ALIMENTAZIONE E BENESSERE ARTICOLI

Drenaggio Connettivale Detossificante

Con l’arrivo della stagione fredda, ma vale per tutti i cambi di stagione, la metodica del drenaggio connettivale (interno ed esterno alla cellula) serve a detossificare, quindi a liberare dalle tossine gli organi emuntorilali e l’organismo in generale.

Infatti con la vita che oggi conduciamo non possiamo pensare che l’organismo con tutti gli agenti inquinanti ( omotossine interne ed esterne) presenti riesca da solo a fare fronte a questa situazione.
Purtroppo avere un metabolismo rallentato dalle omotossine non ci preoccupa sino a quando scopriamo che il nostro corpo o la nostra mente sono in affanno o il fare cose che prima erano normali ora ci sembrano difficili sino a trovarle insormontabili, ma il nostro corpo è impegnato già da tempo in questa battaglia ed è proprio quando suonano questi campanelli d’allarme che bisogna aiutarlo.
Quindi che fare quando ci accorgiamo di essere in questa situazione? Semplice, una terapia drenante ci può sicuramente aiutare, ma quale scegliere?
Innanzitutto sconsiglio il fai da te ma il proprio omeopata/omotossicologo di fiducia o il farmacista che ha frequentato corsi di omotossicologia o di omeopatia sapranno indicarci il drenaggio più appropriato per i nostri disturbi.
Il drenaggio essenzialmente lo possiamo suddividere in tre categorie quello omeopatico, quello omotossicologico e quello fitoterapico. Non mi addentro nelle specifiche di ognuna di queste tre metodiche (che non è lo scopo di questo articolo).
L’importante è che l’azione sia efficace e che si ritorni ad avere una qualità di vita, e una forza vitale interna (spesso calcolata con la propositività della persona) migliorata rispetto a prima.
Dr. Alfredo Canè
Follow Me!