ALIMENTAZIONE E BENESSERE ARTICOLI

Caffè verde, l’alimento che combatte il diabete

Molti si chiedono se il caffè verde sia davvero così “miracoloso”? Cerchiamo di rispondere a questa domanda tenendo conto delle proprietà di questo alimento. Non è altro che un normale caffè prima della tostatura: si utilizzano i chicchi ancora verdi, in modo che mantengano le proprie proprietà chimiche e nutritive. E l’estratto ricavato è quindi un’ottima fonte di antiossidanti: pare che ne contenga fino 4 volte in più del tè verde.
Inoltre il caffè verde accelera il metabolismo e riduce l’assorbimento degli zuccheri da parte dell’intestino:

Esistono anche altri studi, condotti su animali, in vitro e sull’uomo, che dimostrano come l’acido clorogenico sia efficace nel velocizzare il metabolismo, accelerando il naturale processo con cui il nostro organismo brucia i grassi. Inoltre, questa preziosa sostanza è in grado di diminuire l’assorbimento degli zuccheri da parte dell’intestino, rallentando così il rilascio di glucosio nel sangue con effetti positivi sulle persone che soffrono di diabete di tipo 2“.

Se da una parte c’è chi, come il Journal of Agricultural and Food Chemistry, sostiene che gli integratori a base di caffè verde non contribuiscano a bruciare i grassi, dall’altra sembrano certe le proprietà anti-diabete di questo alimento, in quanto riduce l’assorbimento di zuccheri da parte dell’organismo.

Ed ecco in cosa è migliore del caffè normale:

Il caffè verde batte il caffè tostato anche per un altro importante motivo: contiene una dose minore di caffeina, ma la rilascia nell’organismo in modo più graduale e costante. In questo modo si può godere dei benefici della caffeina (aumento dell’attenzione, vitalità, resistenza, ecc.) più a lungo e senza picchi dannosi. Da non sottovalutare, poi, il fatto che il ph del caffè verde è meno acido di quello torrefatto, quindi è meno lesivo per le mucose gastriche“.

Fonte: http://www.lafucina.it/2014/12/16/caffe-verde-lalimento-combatte-diabete/

Follow Me!