ARTICOLI VARIO

Attenzione alle cure fai da te

E’ curioso ma in molte occasioni (direi frequentemente) mi imbatto in persone che si avvicinano alle medicine non convenzionali utilizzando rimedi omeopatici, composti omeopatici, prodotti fitoterapici, fiori di Bach o altri prodotti naturali senza interpellare un professionista della salute ma consultando riviste, la rete o amici che hanno avuto disturbi similari.
Purtroppo in molte persone passa il messaggio -se è naturale allora non fa male- ma è anche naturale l’arsenico ..e non so quanti di voi avrebbero voglia di assaggiarlo.
La medicina naturale purtroppo è più difficile di quella tradizionale e lo sanno bene i professionisti della salute che si affacciano a questa attività, presto si impara a capire quante sfaccettature e quante peculiarità ha un rimedio o una tintura madre, per tralasciare (volutamente) il discorso dei livelli di cura.
Per questo chi tenta la  strada del fai da te è destinato ad un’ insuccesso  per almeno due ragioni: la prima è che noi non ci conosciamo e non abbiamo una visione dell’insieme (corpo/mente/spirito) che invece un professionista è abituato ad avere, la seconda è che notizie frammentarie di un articolo o di un amico non possono sostituire le ore (per non dire mesi e anni) di continuo studio della materia da parte di un professionista.
Nella formazione di un professionista c’è un grande spazio dedicato all’anamnesi del paziente e a come inquadrarlo, capire i suoi disturbi e cosa egli gli stia dicendo non solo con la voce ma con tutto il suo essere, è qui che la strada si biforca: da una parte la medicina tradizionale con l’  Evidence-based medicine ( EBM) e dall’altra la medicina naturale. Il fatto di ascoltare il paziente dare peso a certe sue caratteristiche, voler risolvere il disturbo alla radice e non solo coprirlo è una delle colonne portanti della medicina naturale, come quella di curare la persona e non il disturbo.
Il fatto di voler fare da soli porta spesso a dar ragione ai nostri detrattori: ho provato ma con me non funziona.

..Che dire: peccato? Si è persa un’altra occasione per aiutare qualcuno a stare meglio.

Alfredo Canè

Follow Me!